Scatole e tubi salvano la casa dai denti del coniglio…

Risultati immagini per coniglio domestico

I conigli ormai sono diventati a tutti gli effetti animali da compagnia, soprattutto se si hanno bambini. Unica controindicazione: i rosicchiamenti alle suppellettili dell’abitazione. Un rischio, che, però, si può evitare con alcuni semplici accorgimenti, meglio se pianificati con un veterinario, e senza ricorrere alla gabbia.

  • «Isolarlo può creargli malessere, perché è un animale sociale e, non diversamente dal cane, anche il coniglio considera chi sta in casa come il suo “gruppo familiare”», spiega Marco Melosi, presidente dell’Associazione nazionale medici veterinari italiani (Anmvi).
  • «Evitare la gabbia di giorno è senza dubbio più facile, perché dorme molto. Di notte i problemi si complicano un po’: il coniglio si sveglia presto ed è attivo dal tardo pomeriggio fino a notte fonda. Se prima di andare a dormire lo rinchiudete, lo priverete della sua vitalità proprio mentre è più intensa».

Se possibile, quindi, destinategli una stanzetta tutta per lui e, «in tutti i casi», prosegue Melosi, «fate in modo che i cavi della corrente elettrica non siano in alcun modo accessibili.

Mettetegli, inoltre, a disposizione oggetti “consentiti” e adatti al rosicchiamento: scatole e scatoloni, tubi di plastica dura, il rotolo interno della carta igienica, pezzetti di cibo (è una specie strettamente erbivora), fieno, rametti di legno».

 

Fonte: un articolo di Marco Ronchetto su Ok Salute e Benessere, aprile 2017

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare? Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *