Parassiti del cane: quali sono?

Risultati immagini per cane che si gratta

Un parassita è un essere vivente che si nutre nell’organismo di un altro animale, di solito molto più grande, chiamato “ospite”. Il rapporto animale ospite e parassita esiste da diverse migliaia di anni e in genere il parassita non ha interesse a portare alla morte il suo ospite perché così perderebbe la sua fonte di cibo. Ma, se l’ospite è troppo giovane o debilitato, allora il parassita può creargli seri problemi di salute.

Fuori e dentro il corpo

I parassiti si dividono in ectoparassiti ed endoparassiti. Gli ectoparassiti vivono all’esterno dell’ospite, sul mantello o sulla pelle dell’animale. Alcuni si nutrono di sangue, succhiandolo dalla pelle come zanzare, flebotomi (piccoli moscerini), zecche, pulci, pidocchi e possono saltare da un animale all’altro. Altri si nutrono di detriti della pelle, come gli acari, provocando la perdita di pelo e un forte prurito: questa malattia si chiama rogna.

  • Altri ancora possono trasmettere malattie all’ospite: durante il loro pasto di sangue, avviene il passaggio di batteri. Ad esempio le zecche possono trasmettere malattie potenzialmente contagiose anche all’uomo e i flebotomi possono trasmettere le leishmanie, protozoi responsabili di una malattia del cane presente nelle zone di mare e nell’Italia centrale e meridionale.

Per proteggere i cani dagli ectoparassiti, si depone sul loro pelo un farmaco antiparassitario: serve per renderli meno invitanti per alcuni (zanzare e flebotomi) e per ucciderne altri (zecche, pidocchi e pulci).

Vermi pericolosi

Gli endoparassiti sono i parassiti che vivono all’interno dell’organismo. Sono generalmente vermi e la sede preferita è l’intestino. Si attaccano all’interno di questo organo dove si nutrono e rilasciano le uova, portate con le feci all’esterno. In questo modo un altro cane leccando l’erba si può infettare. Di solito i cani prendono un vermifugo una o due volte all’anno come prevenzione.

  • Altri vermi, trasmessi attraverso la puntura della zanzara, possono svilupparsi nell’apparato circolatorio e vivere nel cuore (filaria cardiopolmonare). Per non contrarre questa malattia, presente soprattutto nel Nord Italia, i cani devono prendere un farmaco tutti gli anni.

Il vostro veterinario vi spiegherà come fare una giusta prevenzione sia per gli ectoparassiti sia per gli endoparassiti.

 

Fonte: un articolo del dottor Gérard Mangiagalli, medico veterinario, Presidente di Milano Natura (www.milanonatura.it) – tratto da Focus Wild, aprile 2017

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare? Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *