Incontro con il martin pescatore (dal diario del naturalista Piero Papa)!

Risultati immagini per martin pescatore

Fotografare un martin pescatore è una delle prime esperienze per molti naturalisti.

Ogni aspetto della sua vita, dal colore del piumaggio, alla tecnica di pesca, si presta per realizzare un reportage. È stato così anche per me: avevo trovato alcune rocce con poca vegetazione al centro di un torrente e mi sono appostato per fotografare un martin pescatore che nidificava lì vicino. Da sotto il mio telo mimetico lo avevo visto fermo a poca distanza, però mai sul posatoio su cui lo volevo ritrarre.

  • Dopo alcune ore l’attesa si era fatta scomoda, così quando è volato oltre la curva del torrente, mi sono alzato. Ma in quell’istante l’alcedo era già di ritorno e volava dritto e veloce nella mia direzione con un grosso pesce nel becco.

Un paio di secondi per realizzare la sorpresa, ed era a pochi metri dal mio viso. Istintivamente ho alzato le mani per proteggermi, e lui, che finalmente mi aveva visto, ha fatto una rapida virata, evitando di piazzarsi nella mia fronte come una freccetta.

  • Quando ho tolto le mani dal viso, a terra era rimasto il cavedano caduto dal suo becco, ma di lui più nessuna traccia.

 

Fonte: Focus Wild, aprile 2017- dal diario del naturalista Piero Papa

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi),  ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *