Gatto Bengala: un piccolo leopardo…

Bengala Mink

Una gattina chiamata Kinkin nacque da questo incrocio e fu allevata in una cucciolata di gatti domestici.

  • Quando divenne adulta fu accoppiata con il padre e partorì gattini sia maculati (spotted) sia di colore solido. Nel 1981, Jean Sugden Mili e Willard Centerwall, anch’egli genetista, si dedicarono allo sviluppo del Bengala.

CARATTERISTICHE Il disegno spotted del Bengala è molto specifico e piuttosto distinto dallo spotted tabby. I grandi spot sono disposti orizzontalmente in forme simili a rosette.

NOTA Il Sorrel (un arancio chiaro con spot marrone) e il Mink (marche nere su sfondo color mogano) sono le due varietà attualmente esistenti. e aperte

Fonte: La Biblioteca della Natura – Gatti, di David Alderton




Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *