Misura la pressione al gatto: lo salvi dal killer silenzioso!

I veterinari la soprannominano «killer silenzioso» e ne può soffrire almeno un gatto su sei oltre i 7 anni d’età. È l’ipertensione felina, una patologia che, spiega Marco Melosi, presidente dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari (ANMVI), «si sviluppa in modo insidioso senza segni clinici precoci per i proprietari di gatti» e «può causare gravi danni ad organi bersaglio quali occhi, reni, cuore e sistema nervoso».

La cecità improvvisa è, infatti, una comune conseguenza dell’ipertensione, con il micio che inizia a urtare contro gli oggetti. La prevenzione è, allora, fondamentale per evitare tali danni, spesso irreversibili:

  • «La misurazione della pressione almeno una volta all’anno è raccomandata nei gatti di oltre 7 anni d’età come parte delle visite di controllo periodiche», sottolinea Marco Poggi, veterinario che si occupa di cardiologia e medicina interna. Qualora venga diagnosticata la malattia, si potrà prescrivere una terapia efficace e sicura per tenerla sotto controllo.

Proprio questo mese di maggio vede la prima campagna di sensibilizzazione promossa da Ceva Salute Animale in collaborazione con l’ANMVI. Testimoniai è il gatto Amodeus: sul sito amodeus.vet/it è possibile avere informazioni, anche sui medici veterinari che aderiscono all’iniziativa.

 

Fonte: Ok Salute e Benessere, maggio 2018

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *