Gatto Thai: come accudirlo al meglio!

L’alimentazione del gatto Thai deve essere proteica di alta qualità e povera di carboidrati. In generale i Thai sono animali molto sani, ma è importante accertarsi che provengano da allevatori responsabili, in modo che non soffrano di problemi di consanguineità o di salute.

Cosa importante da tenere sempre sotto controllo sono le orecchie, in quanto sono soggette a otite. In media vivono più a lungo dei gatti di altre razze e la loro speranza di vita è di circa 20 anni.

 

Il Thai è un gatto allegro ed esuberante che ama molto il gioco.

Come per tutti gli altri gatti, il consiglio, mano a mano che invecchiano, è quello di non fidarsi delle apparenze e ricordarsi che il gatto è un grande simulatore ed è in grado di mascherare la malattia.

  • Per cui dopo i nove anni è bene portarli dal veterinario oltre che per una visita, anche per gli esami del sangue e delle urine, che saranno capaci di evidenziare per tempo la sofferenza e l’invecchiamento dei reni e degli altri organi.

Le femmine adulte di questa razza tendono a soffrire di cisti alle mammelle, la maggior parte di esse sono benigne, ma alcune possono essere cancerogene. Per questo motivo è importante che il veterinario analizzi ed eventualmente rimuova le cisti con un intervento chirurgico nel caso in cui si reputi necessario.

 

Fonte: estratto dal bellissimo servizio di Roberto Pinto su “L’Arca di Noè”, maggio 2018 – con la consulenza di Mercede Paolillo, Medico veterinario consigliere Ordine dei Medici Veterinari di Roma e Provincia

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *