Il maratoneta e il piccolo cane dai grandi occhi!

La bellissima storia di un uomo che cerca se stesso e trova una cagnolina randagia.

A volte le fiabe hanno origine dalla realtà più che dalla fantasia. È stato così per una cagnetta che ha percorso chilometri nel deserto assieme al suo padrone, senza mai abbandonarlo.

La favola sarà raccontata anche sugli schermi in un film della 20th Century Fox, ma per adesso la si può leggere nel libro già bestseller nel mondo – di Dion Leonard Gobi, un piccolo cane con un grande cuore.

Autore del libro è un australiano di 43 anni, trapiantato a Edimburgo con la moglie, che per dimagrire decise di fare footing. Correre non gli piaceva affatto, competere sì. E allora eccolo affrontare nel 2016 una delle gare più dure del mondo la “4Desert Race”: cinque giorni nel deserto del Gobi in Cina.

Determinazione e voglia di vincere, sembrava tutto calcolato agli occhi di Dion, ma l’imprevisto assunse la forma di un esserino a quattro zampe: una cagnetta tutta occhi, capaci di trafiggere un cuore sensibile, 30 cm di altezza, baffi e barbetta buffissimi. La trovatella, che prenderà il nome di Gobi, scelse Dion per quel misterioso istinto che spinge il cane verso l’uomo, e non lo mollò più, quasi consumandosi i polpastrelli per i restanti 124 chilometri di corsa.

La vittoria nel corso della gara prese via via meno importanza agli occhi di Dion, lasciando il campo al pensiero di accudire Gobi fino al traguardo. Saranno innumerevoli le vicissitudini che metteranno alla prova il loro legame, fino a quando Dion deciderà, adottandola, di portarla in Europa. Gesto che sarà anche un modo per dimenticare un passato infelice e un’infanzia senza affetti, per ridare un senso alla propria vita.

Fonte: tratto da una recensione di Tito Parrello su “L’Arca di Noè”, maggio 2018

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *