Stop all’avorio: anche Taiwan dopo Cina e Stati Uniti!

Si allunga la lista dei Paesi che hanno deciso di bandire il commercio di avorio.

Dopo Stati Uniti, Hong Kong e Cina, dove il mercato legale è stato chiuso il 31 dicembre del 2017, anche Taiwan ha annunciato di voler vietare il commercio di avorio nel Paese dal 1 gennaio 2020.

Un annuncio accolto con grande soddisfazione da WWF International che ha invitato tutti i governi dell’Asia a intensificare gli sforzi per proteggere gli elefanti, decimati da decenni di bracconaggio, e per contrastare con ogni mezzo il commercio illegale.

  • Isabella Pratesi, direttore Conservazione WWF Italia, ha aggiunto: «Per quanto l’Italia non sia un Paese cruciale nel commercio dell’avorio, avrebbe un forte significato bandire anche in Italia il commercio totale dell’avorio».

Si stima che ogni anno 20mila elefanti africani siano uccisi per soddisfare la domanda di avorio proveniente dall’Asia: una strage che bisogna assolutamente fermare!

 

Fonte: Amici di Casa, giugno 2018




Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *