Ipertiroidismo felino: come curare un gatto ipertiroideo!

Il controllo dell’ipertiroidismo felino si basa sulla somministrazione di specifici medicinali, tra i quali segnaliamo la recente disponibilità, anche nel nostro Paese, del carbimazolo a rilascio prolungato (come tale dispensabile ogni 24 ore e in alcuni casi anche ogni 48 ore). Si tratta di una molecola che garantisce provata efficacia a lungo termine, impedendo la sintesi degli ormoni tiroidei e migliorando, di conseguenza, la sintomatologia.

Il medicinale in questione agisce rapidamente, è dotato di un ottimo profilo di sicurezza (principalmente legato al mancato accumulo del principio attivo nel sangue) e risulta – rispetto alle cure tradizionali, per le quali era necessaria una somministrazione due volte al giorno – assai pratico anche per il proprietario.

  • Da sottolineare come esista anche la possibilità di affrontare il problema anche dal punto di vista nutrizionale: esistono infatti in commercio mangimi specifici indicati per il miglioramento della sintomatologia derivante da questa malattia.

 

Fonte: estratto da un servizio del dott. Piero M. Bianchi, tratto da “L’Arca di Noè”, maggio 2018

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *