Gatti: abitudini e rituali dei nostri amici a 4 zampe!

I gatti in particolare, ma tutti gli animali in generale, devono la sopravvivenza della loro specie, della loro comunità e di loro stessi come individui, all’impiego di tutta una serie di comportamenti che si ripetono con regolarità nella vita quotidiana. Alcuni di questi potranno anche divertirvi, ma sappiate che per il gatto sono indispensabili poiché gli procurano la sicurezza e l’ordine di cui ha un bisogno vitale, nonché la consapevolezza della sua posizione all’interno dell’ambiente in cui vive.

Certezze rassicuranti

Aiutate il vostro micio in questa sua ricerca di sicurezza, rispettando tutte le abitudini che ha instaurato, e che spesso vi riguardano da vicino.

  • Come, per esempio, i rituali riguardanti l’offerta dei cibo (la stessa scodella, nello stesso posto, alla stessa ora), o i comportamenti che assume quando rientrate a casa (vi accoglie nella stessa posizione e fa tre giri strusciandosi intorno alle vostre gambe…); oppure quelli di preparazione al sonno (vi aspetta sul letto, nello stesso punto, si aspetta che voi giochiate nel solito modo con lui, si liscia con cura il pelo per i soliti dieci minuti, si appallottola contro lo stesso piede sinistro…), e così via.

Cercate di non alterare l’ordine prestabilito delle cose, a meno che non sia necessario; d’altro canto non preoccupatevi eccessivamente se il vostro gatto si innervosirà per le novità apportate al suo ambiente: dategli il tempo di abituarsi ai cambiamenti nel suo territorio, siate pazienti e ricordate che è un animale che possiede un grande spirito di adattamento.

Vita notturna

Il gatto ha abitudini tendenzialmente notturne. Non c’è da stupirsene, visto che è un cacciatore e che le ore più propizie per il successo di questa attività sono quelle successive il tramonto o precedenti l’alba. Non sgridate e non reprimete il vostro micio se di notte gioca o se sta fuori casa fino al mattino. È un comportamento istintivo, e in un certo qual modo è il suo stesso ciclo biologico a essere regolato in tal senso.

Altra sua caratteristica è quella di trascorrere gran parte del tempo dormendo (anche 16 ore su 24) o sonnecchiando.

Anche se addormentato, un gatto è in grado di ricevere gli stimoli dell’ambiente esterno e, qualora sia sveglio ma senza che vi siano questi stimoli, riduce progressivamente l’attività cerebrale, fino al solo mantenimento delle funzioni vitali. Anche questo meccanismo è legato alla sua natura di predatore che richiede altissime prestazioni immediate da scattista.

 

Fonte: Gatti come Noi – calendario 2018 – Demetra

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *