Setter: l’evoluzione della razza!

Oggi siamo abituati a vedere soggetti di questa razza abbastanza omogenei, a parte i colori del manto, ma in passato ogni allevatore operava secondo il gusto personale.

  • Così ci sono stati i Setter di Naworth e di Featherstone Castle (robusti con testa pesante e manto color bianco-fegato, i secondi con un ciuffo di peli lunghi sulla testa), quelli di lord Lovat e del conte di Southesk (con manto nero-bianco-fegato e testa voluminosa, alti sulle zampe, con posteriore piuttosto diritto), quelli del conte di Seafield (nero-bianco-focato o bianco-arancio, con testa corta, alti sugli arti, con scarse angolature e buone doti venatorie), quelli di lord Oussulston (colore nero brillante, pelo non molto lungo ma di buona tessitura, testa allungata e piuttosto leggera, arti molto angolati, definiti da Laverack i migliori Retriever mai visti) e quelli di Llanidodloes (dal nome di un paese del Galles, color bianco-latte, compatti e robusti, con pelo abbondante probabile eredità dell’immissione di sangue di cane da pastore) e quelli di Laverack (colore nero-blu e bianco, pelo lungo, occhi dolci e intelligenti, testa leggera e forte avantreno).

 

Fonte: Amici di Casa, settembre 2018




Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *