Quanti pasti per l’Epagneul Breton? Risponde il Dottor Piero Bianchi…

Quanti pasti per l’Epagneul Breton? Gentile dottore, possiedo un Epagneul Breton, al quale somministro un pasto quotidiano a base di mangimi secchi con un’aggiunta di pane inzuppato nel latte e qualche pezzo di carne bovino. Secondo lei, un solo pasto basta, si tratta di una dieta corretta o devo modificare qualcosa?
                                                                                                                               Alessandra

 

Gentile Alessandra, sarebbe in primo luogo preferibile somministrare all’animale due pasti quotidiani: uno al mattino e uno alla sera. Cosi facendo, infatti, le calorie e i principi nutritivi vengono assimilati in maniera più equilibrata, il lavoro digestivo dell’apparato gastroenterico risulta meno pesante e lo stomaco non va incontro a un’eccessiva produzione di succhi gastrici da vuoto prolungato.

Secondariamente, il mangime secco – purché completo e di buona qualità – non dovrebbe richiedere l’aggiunta di ulteriori ingredienti. Se il motivo dell’integrazione è quello di rendere il pasto più gradito, le consiglio di sostituire il pane (che i cani digeriscono male) con del riso opportunamente stracotto o con della patata lessata e poi schiacciata, di non esagerare con la carne e di aggiungere anche una piccola parte di vegetali cotti (per esempio, carote, zucchine e fagiolini) e mezzo cucchiaio di olio di semi.

Dottor Piero Bianchi 

 

Fonte: un articolo del dottor Piero Bianchi, veterinario, tratto da Intimità, 28/11/18

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *