Ghiro: un nottambulo molto pigro!

Fonte immagine: https://www.vitantica.net/2017/11/18/otri-ingrassa-ghiri-della-roma-antica/

 

Il ghiro ha un’attività essenzialmente crepuscolare e notturna.

  • Durante il giorno dorme nascosto nelle cavità degli alberi, nei nidi disabitati degli uccelli, nelle fessure dei muri e delle rocce.
  • Di notte va alla ricerca di cibo, costituito da foglie, cortecce, frutti con o senza guscio, castagne, nocciole, ghiande, faggiole, ma anche piccoli animali e uova di uccelli, che preleva direttamente dai nidi.
  • Lascia la tana all’imbrunire e fa ritorno prima dell’alba.
  • In autunno si nutre soprattutto di semi.
  • Quando entra nella tana per andare in letargo manga anche frutti o bacche raccolti e accumulati durante l’estate.
  • È un animale socievole. Vive in gruppi dove non esiste una precisa gerarchia e, quando il freddo è intenso, vari esemplari possono condividere la stessa tana. È sedentario e si sposta poco dalla zona in cui ha costruito il primo rifugio.

 

Fonte: Casa in Fiore, ottobre 2001




Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *