Alla scoperta del giaguaro del Sud America!

Fonte immagine: https://www.lifegate.it/persone/news/ripreso-per-la-prima-volta-el-jefe-lultimo-giaguaro-selvaggio-degli-stati-uniti

 

Il cielo è ancora scuro, screziato da lividi riflessi. Improvvisamente, all’orizzonte i primi raggi di luce fendono l’oscurità e la foresta tropicale si risveglia dalla forzata inattività imposta dalle interminabili piogge.

Una colonna di uomini avanza circospetta facendosi largo a colpi di machete. Ognuno di loro rimugina inevitabilmente sui racconti ascoltati durante le lunghe sere trascorse attorno ai fuochi dei villaggi indigeni, storie incentrate sulle gesta della possente creatura che abita questi luoghi. Qualunque rumore insolito li fa trasalire e a renderli inquieti basta il pensiero che ad attenderli ci sia questo mitico felino, forte, agile e inesorabile: il suo nome indio è yaguara, letteralmente “colui che uccide con un balzo”.

La mossa del giaguaro

La splendida pelliccia è giallorossa sul dorso, biancastra sul ventre e sull’interno delle zampe, coperta da rosette di differenti forme e dimensioni costituite da una macchia scura centrale contornata da altre piccole macchie. Questo permette al giaguaro di confondersi perfettamente tra luci e ombre della foresta.

  • Più piccolo del leone e della tigre ma di costituzione più massiccia rispetto al leopardo, fra i grandi felini è sicuramente uno dei più feroci.
  • Agilissimo arrampicatore, è un autentico maestro nell’agguato.
  • Non insegue mai la preda: la attende nascosto tra le fronde degli alberi e, scelto il momento più opportuno, le balza addosso azzannandole la testa in corrispondenza delle tempie.

 

Che un attacco non vada a buon fine è un evento assai raro, ma quando accade il cacciatore rinuncia alla preda senza tentare l’assalto una seconda volta.

  • L’attacco dall’alto richiede anche una eccezionale acutezza visiva: secondo i ricercatori, mentre di giorno il giaguaro vede quanto un uomo, di notte i suoi occhi si adattano in fretta al buio e la capacità visiva diventa sei volte la nostra. Anche udito e olfatto sono molto evoluti.

Le mascelle e i denti del giaguaro sono incredibilmente forti: questo robustissimo apparato dentario gli torna utilissimo perché il giaguaro uccide la preda non spezzandole il collo ma frantumandole le ossa delle tempie con un sol morso, ledendo irrimediabilmente le zone vitali del cervello.

Il singolare metodo d’aggressione alla testa ha alimentato numerose leggende tra gli Indios, tanto che secondo le popolazioni indigene questo grande felino sarebbe addirittura capace di rubare l’intelligenza delle sue vittime. Ma è inutile dire che sono superstizioni…

 

Fonte: Tratto da un bell’articolo su Amici di Casa, giugno 2018

Castor 300280 – Giaguaro nella Giungla – Puzzle 3000 Pezzi (AMAZON)
€19,76 (Prime)
Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *