L’Abissino, un gatto di antiche origini…

Fonte immagine: https://it.blog.bepuppy.com/gatti/razze-di-gatti/gatto-abissino/

 

Si tratta di un gatto che non ha “sfondato” in Italia come invece in Usa. I “testimoni” della provenienza di questa razza sono i resti mummificati degli antichi gatti egizi e le riproduzioni negli affreschi tombali con i gatti viventi in Abissinia: una somiglianza straordinaria!

Le origini L’Abissino arriva in Inghilterra nel 1860 e viene riconosciuto come razza nel 1882. È di taglia media e, mentre l’europeo pesa attorno ai 4 kg, quello americano è un po’ più minuto. La varietà europea ha infatti un corpo più robusto, la testa grande e un carattere meno tranquillo, mentre quella americana è più longilinea, ha zampe lunghe ed è più calmo.

L’aspetto Gli occhi sono ovali e obliqui e spiccano sulla testa a cuneo. Il pelo del gatto Abissino è folto, lucido, morbido e aderente al corpo e ha una caratteristica: il “ticking” dove, nel singolo pelo, si può vedere l’alternanza di bande chiare e scure che crea una colorazione non omogenea e molto particolare. Il colore tipico è il “lepre”, noto per la tonalità bruno-rossastra, con base del pelo albicocca e punta nera.

Il carattere È certamente un ottimo animale da compagnia e adatto alla vita di famiglia, ma va sottolineato che questo gatto si affeziona molto al padrone, che per lui è uno e uno soltanto. Agile e scattante, è adatto a chi ha tempo da dedicargli nel gioco. Non è raro che la sua buona salute gli permetta di vivere fino a 18-20 anni.

Fonte: un articolo di Oscar Grazioli, veterinario – tratto da Confidenze, 25/06/19

Abissino - Somalo (Enciclopedia del Gatto Vol. 2) di [Noir, Le Chat]

Abissino – Somalo (Enciclopedia del Gatto Vol. 2)
€3,99
Acquistalo ora da questo link

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *