Gatto in condominio? Ecco come comportarci!

Fonte immagine: https://www.greenme.it/abitare/cani-gatti-e-co/gatti-balconi-sicurezza/

 

Oltre a rispettare le norme d’igiene, come tenere sempre pulite le lettiere, soprattutto se poste su balconi e terrazzi, è bene evitare che il gatto possa saltare sul balcone o nel giardino del vicino, nel caso in cui questi possa esserne infastidito.

La soluzione può essere una rete di protezione tra le proprietà o creare, comunque, una barriera che impedisca al micio di “sconfinare”. Negli spostamenti, in ascensore e negli altri luoghi comuni, è buona regola portare il gatto nell’apposito trasportino.

E i lamenti del “calore”? Impensabile che vengano tollerati dai vicini, anche perché… sono davvero potenti e non di rado spaventano chi li sente. Ovvio quindi che un micio destinato a fare vita in condominio è meglio che venga sterilizzato. Questo aiuterà anche a prevenire odori forti come quelli tipici dell’urina dei felini, in particolare i maschi, e anche di ritrovarsi con un codazzo di micioni fuori dalla porta nel caso in cui la nostra gattina vada in estro e inizi a spargere feromoni e lamenti nel circondano.

Insomma, anche chi sceglie il gatto come amico in condominio ha diversi aspetti da tenere in considerazione.

Fonte: Amici di Casa, maggio 2018

 

MPS Komoda, Toilette per gatti, chiusa completa di filtro e paletta, Colori assortiti
€14,21
Acquistala ora da questo link

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *