Cani da guardia e da difesa (non per tutti)!

Fonte immagine: https://amicidicasa.it/cane/news-cani/rottweiler-ottimi-e-insospettati-terapisti/

 

I cani da guardia e difesa sono meno reattivi di quelli da pastore. Se però lo stimolo è rappresentato da un essere umano sconosciuto che attraversa il giardino… allora scatta il segnale di allerta che può renderli rapidissimi.

I grandi mastini, per ragioni di stazza e metabolismo, si attivano lentamente ma, una volta allertati, possono diventar molto veloci sulle brevi distanze. Altri guardiani sono invece più attivi e fulminei. La scelta di un cane di questo genere implica quindi un’attenta raccolta di informazioni sulle sue caratteristiche.

Pur essendo stati tutti selezionati per la guardia e la difesa, il Dobermann è ben diverso dal Boxer, a sua volta assai differente dal Rottweiler, che ha poco da spartire con il Dogue de Bordeaux o il Mastino Napoletano.

Le loro doti, preziose, impongono sempre buona competenza e capacità di gestione, altrimenti saranno guai. Spesso i cani da guardia, soprattutto quelli di grossa taglia, vengono relegati all’esterno della casa, nell’errata convinzione che così svolgano meglio il loro compito. Tenerli isolati dalla famiglia (sono quasi sempre molto affettuosi, bisognosi di contatto e coccole) è un torto imperdonabile e un grave errore, perché la loro spiccata territorialità può diventare eccessiva.

 

Fonte: Amici di Casa, febbraio 2019

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *