Riccio in giardino? Ecco come puoi aiutarlo…

 

Una sera hai visto un riccio nel tuo giardino, magari in strada vicino alla spazzatura?

«Se in autunno ne vedi uno è importante capire se ha bisogno di aiuto. I ricci infatti in genere vanno in letargo a novembre ma per superare l’inverno devono avere una riserva di grasso sufficiente, devono cioè pesare almeno 650 grammi. Purtroppo negli ultimi anni, probabilmente per l’innalzarsi delle temperature, le femmine non partoriscono più solo in giugno-luglio ma anche a settembre. I piccoli che nascono così tardi non riescono a crescere abbastanza prima dell’inverno perché c’è poco tempo e perché in autunno gli insetti scarseggiano. Iniziano così a cibarsi di lumache, che però gli trasmettono parassiti», spiega il veterinario.

Controlla il peso

Per questo se in questo periodo incontri un riccetto magro, per prima cosa pesalo: se è intorno ai 500 grammi e il freddo non è alle porte ti basterà nutrirlo con regolarità, così crescerà ancora prima del lungo sonno. Metti un paio di sottovasi con acqua e cibo per gatti vicino al punto dove lo hai avvistato, sotto a una siepe in cui possa rifugiarsi. Se invece pesa meno affidalo a un Cras (Centro recupero animali selvatici: elenco su wwf.it).

«Nell’attesa tienilo in una scatola con cibo, acqua e una bottiglia d’acqua calda avvolta in un panno. Ultima cosa: i ricci sono notturni, quindi se ne incontri uno di giorno che vaga all’aperto, che sia grosso o piccino, è sicuramente in emergenza: prendilo e chiama un Cras», conclude l’esperto.

Preparagli una tana in giardino

Se vedi che un riccio frequenta il tuo giardino, puoi preparargli un rifugio sistemando un pallet vicino a una siepe. Sotto al pallet prepara un letto di foglie e fieno, sopra metti un telo impermeabile con delle pietre per tenerlo fermo e un po’ di foglie per mimetizzarlo.

Ricorda che i ricci hanno bisogno di giardini ricchi di nascondigli (cespugli, mucchi di foglie, legnaie…) e di insetti da mangiare. Non usare pesticidi, lumachicidi, diserbanti e stai attento col tagliaerba.

 

Fonte: un articolo di Laura Zoccoli su Starbene, 17/09/19
Fonte immagine: https://www.faidanoi.it/giardino/riccio-europeo-cosa-fare-se-lo-trovi-in-giardino/

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?

Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *