Caicco: l’uccello dai sette colori!

Caicco: l’uccello dai sette colori!

Chi sta cercando un amico con le ali che sappia fargli compagnia davvero… l’ha trovato.

Questo bel pappagallino multicolore, infatti, ha doti molto simili a quelle dei mici o dei cagnolini: adora starci vicino, tanto da strusciare la testa e il becco come i gatti, ama giocare con piccoli oggetti insieme a noi e, se si sente solo, ci chiama con voce forte, anche se non impara a parlare come altre specie di pappagallo.

Insomma il caicco, chiamato anche “uccello dai sette colori“, è un compagno di vita ideale, anche perché vive a lungo ed è meno impegnativo di altri animali.


Rispetto ai suoi tanti parenti, il caicco non è un gran volatore.

Infatti, anche nella foresta amazzonica, da dove arriva, si limita a brevi spostamenti aerei tra un albero e l’altro ma per il resto preferisce camminare e arrampicarsi, cosa che sa fare molto bene grazie alle zampe robuste e agli artigli molto prensili.

Questo facilita parecchio la convivenza in casa, perché non ci sono molti rischi che vada a sbattere qua e là con “decolli” potenti mentre impara in fretta a spostarsi camminando per le stanze e a saltellare con pochi colpi d’ala da un mobile all’altro. Niente di più facile, poi, che si metta a seguirci per casa camminando sui nostri passi come un cagnolino, visto che in genere si affeziona molto e ama starci vicino.


Esistono due specie di caicchi, ciascuna suddivisa in sottospecie diversamente colorate. Entrambe misurano al massimo 23 centimetri.

Il caicco testa nera (Pionites melanocephala) ha la sommità della testa e il becco neri, le guance, il collo e le piume delle zampe giallo-arancio, il petto e il ventre bianchi, ali e dorso verdi: difficile trovare un uccello così variamente colorato! Ne esiste una sottospecie (detta pallida) in cui  i gialli sono meno carichi.

Il caicco a ventre bianco (Pionites leucogaster) ha una colorazione praticamente identica ma con la parte superiore della testa arancione anziché nera, mentre il becco è grigio-rosato. Se ne conosce anche una sottospecie a coda gialla (Xanthurus) ma pare sia molto rara da trovare in allevamento mentre le altre due sono piuttosto diffuse.

 

Fonte: Amici di Casa, nov. 2018
Fonte immagine: https://www.pinterest.ch/pin/789889222113826234/

 

 

Il tuo animale domestico è venuto a mancare?
Nell’esprimerti il nostro più sincero dispiacere (ci siamo passati anche noi), ti offriamo il servizio di cremazione animali d’affezione, clicca ora su questo link. Scopri come puoi cremare il tuo animale e averne le ceneri in un’urna anche personalizzata.

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *