Somalo: una volpe travestita da gatto!

Somalo: una volpe travestita da gatto!

Le sue origini sono, a detta degli esperti, non molto antiche. Pare che i primi esemplari siano apparsi all’inizio del Novecento. La scoperta fu del tutto casuale: gli allevatori di Abissini si trovarono nelle cucciolate esemplari a pelo lungo e pensarono che tale caratteristica fosse determinata da una mutazione spontanea. Oggi, invece, siamo portati a pensare che questo particolare del mantello sia stato introdotto volontariamente.


All’inizio, questi gatti “nati dal caso” non furono molto apprezzati; in seguito, però, grazie all’interessamento di alcuni allevatori canadesi e americani, prese forma l’idea di iniziare a selezionare questa nuova razza.

Da dove viene il suo nome? La scelta cadde sulla Somalia per la sua vicinanza all’Abissinia. Il gatto non veniva certo da lì ma almeno avrebbe ricordato il legame con il suo “fratello maggiore”: l’Abissino appunto.

In America settentrionale, il primo club di razza (Cat Fancier’s Association International Somali Cat Club) nacque nel 1975 e nel 1978 la razza fu ufficialmente riconosciuta. In Europa, invece, la razza fu importata alla fine degli anni Settanta e la Federazione Internazionale Felina la riconobbe e la accettò in concorso dal 1982.

Oggi il Somalo non è ancora molto diffuso in Europa e in Italia men che meno. Solo negli ultimi anni gli allevatori stanno cominciando a riscontrare una domanda maggiore.


Come il fratello Abissino, il Somalo sprizza vivacità da ogni singolo pelo. Dinamico, iperattivo, curioso: è un micio onnipresente e sempre pronto al gioco e alla richiesta di coccole e attenzioni. Se si possiede un Somalo è pressoché impossibile pensare di rientrare a casa dopo una giornata di lavoro e ignorarlo: sarà lui a venirci incontro con la sua lunga e folta coda alta, per strofinarsi tra le nostre gambe e accoglierci con un sonoro miagolio di “ben-tornato”. Non solo. È un gatto che sente la nostra mancanza e se siamo impegnati dal lavoro o amiamo viaggiare tanto, forse è meglio rivolgere le nostre attenzioni a un gatto più indipendente e meno bisognoso di attenzioni.

Agilissimo e intelligente, impara a seguire il padrone ovunque, ad aprire porte e sportelli della cucina e a frugare in tutti i posti, anche i più strani, della casa. È simpatico e quando parliamo con lui sembra sorriderci. I suoi occhi profondi e svegli conquistano i padroni.

Una curiosità scientifica? Gli esperti lo hanno inserito tra i gatti più comunicativi e curiosi e in questo non si distingue dall’Abissino…

Fonte: estratto da un bel servizio su Amici di Casa, giugno 2018
Fonte immagine: https://planetdetective.com/somali-cat/

 

 

Abissino – Somalo (Enciclopedia del Gatto Vol. 2)
€3,99
Acquistalo ora da questo link

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *