L’invasione delle zecche giganti…

L’invasione delle zecche giganti…

Sembra il titolo di un film dell’orrore, è invece una notizia orripilante. L’Hyalomma marginatum è una specie di zecca insolitamente grande e invasiva, che può misurare fino a 6 millimetri di lunghezza, circa il doppio di quelle comuni (Ixodes ricinus), e quando si nutre cresce fino a 2 centimetri.

La sua taglia straordinaria già basta per incutere timore e c’è dell’altro: le comuni Ixodes attendono passivamente che la vittima si avvicini, mentre le terrificanti Hyalomma inseguono attivamente i loro bersagli. Queste ultime riescono infatti a identificare visivamente l’obiettivo da una distanza di 9 metri, ne percepiscono il calore corporeo, le vibrazioni e l’odore.

Da adulte preferiscono attaccarsi a grandi mammiferi, ma non disdegnano gli uccelli, che tra l’altro sfruttano come mezzi di trasporto nel corso delle migrazioni a lunga distanza. Ecco come devono essere giunte nei Paesi Bassi dove sono state identificate lo scorso 13 luglio a Drenthe, benché diffuse principalmente in Africa settentrionale e in Asia.

L’avvistamento in Olanda ha destato allarme anche perché sono vettori noti per la febbre virale emorragica Congo Crimea (CCHF, Crimean-Congo Hemorrhagic Fever), con un tasso di mortalità del 30%. Per fortuna, nessuna delle zecche portava l’agente patogeno.

Fonte: L’Arca di Noè [tratto da www.rivm.nl)
Fonte immagine: https://www.ecdc.europa.eu/en/disease-vectors/facts/tick-factsheets/hyalomma-marginatum

 

Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *