Coleottero Rosalia alpina…

Coleottero Rosalia alpina…

Merita una menzione speciale il coleottero Rosalia alpina, o cerambice del faggio, che nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise si sente a casa come in pochi altri posti al mondo. Questo grande insetto colorato, infatti, necessita di condizioni molto particolari per potersi riprodurre: la deposizione delle uova avviene principalmente nelle fessure dei tronchi di faggio secchi, specialmente se morti o caduti, e dunque l’arretramento e la riduzione delle foreste di faggio hanno sensibilmente danneggiato il ritmo riproduttivo di questo animale.

L’insetto si è anche adattato a deporre le uova e a vivere su pezzi di tronco accatastati dall’uomo: si tratta però spesso di una trappola che porta le larve a essere bruciate in un camino o a finire in una fabbrica di cellulosa. Come se non bastasse, la Rosalia, considerata il più bel coleottero d’Europa, cade anche frequentemente preda dei collezionisti di insetti.

Fonte: estratto da un bel servizio di Michelangelo Panza su L’Arca di Noè, agosto 2019
Fonte immagine: Rosalia alpina | Il cerambice del faggio (Rosalia alpina Lin… | Flickr

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *