G come gatto e… gelosia!

I gatti reagiscono spesso con gelosia quando perdono o credono di perdere l’attenzione e le cure del padrone. Di solito, più il legame con noi è stretto, più la reazione a un secondo gatto o all’arrivo di un bimbo può essere dura.

A seconda del carattere del micio, la gelosia può manifestarsi con un comportamento aggressivo oppure depressivo.

La cosa essenziale è che per il micio di casa tutto resti il più possibile invariato, che il ritmo e i riti giornalieri siano rispettati e che continui a ricevere da tutta la famiglia le stesse attenzioni. Soprattutto in presenza del nuovo gatto, occupiamoci con particolare affetto di quello “vecchio”: in questo modo imparerà a mettere in relazione il nuovo arrivato con qualcosa di positivo.

E con un bimbo appena nato come ci comportiamo?

  • Quando ci prendiamo cura del neonato, facciamo assistere il gatto e parliamogli con dolcezza.
  • Lasciamo che il micio annusi il piccolo e accarezziamoli entrambi in modo che tra il neonato e il micio si crei quello che gli etologi definiscono “l’odore di gruppo”.
  • Il gatto non deve mai sentirsi trascurato.
  • Il micio deve potersi ritirare in un posto tranquillo se il pianto del bambino lo disturba. Lasciamo che abbia tanti posti dove rifugiarsi.

 

Fonte: tratto da un bel servizio di Amici di Casa, giugno 2018




Be Sociable, Share!

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *