Renne più piccole per il riscaldamento globale…

Renne più piccole per il riscaldamento globale…

Il caldo è arrivato a scombinare perfino il gelido inverno delle isole Svalbard, la parte più settentrionale della Norvegia, nel Mar Glaciale artico, causando non pochi problemi alle renne. Secondo Steve D. Albon, dell’istituto britannico James Hutton, i cambiamenti climatici stanno rimpicciolendo la taglia di questi erbivori, costretti a una dieta forzata a causa di pioggia e ghiaccio.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Global Change Biology, sostiene che il riscaldamento provoca precipitazioni sempre più frequenti che, cadendo al suolo, congelano lo strato nevoso e per 8 mesi l’anno rendono più difficile alle renne l’accesso ai licheni e al muschio, alla base della loro alimentazione. Spaccare uno strato di ghiaccio, infatti, è molto più complicato rispetto a scavare nella neve anche per i loro potenti zoccoli.

Nel corso della ricerca sono stati pesati una media di 135 animali l’anno, dal 1994 al 2015, ed è stata osservata una diminuzione del 12% della loro massa corporea, passata da 55 chilogrammi a 48.

 

Fonte: Focus Wild, marzo 2017
Fonte immagine: Renna Mandria Pascolo Il Corno – Foto gratis su Pixabay

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *