Cosa fare se la gatta diventa gelosa e aggressiva…

Cosa fare se la gatta diventa gelosa e aggressiva…

Una gattina vissuta da “figlia unica”. È questo un caso relativo a problemi comportamentali di una gattina che all’età di sei anni deve “subire” l’arrivo in casa di un altro gatto maschio. Inizia cosi ad agire in modo diverso dal suo solito, manifestando fortissima gelosia, non più affettività, presenza e partecipazione, ma mostrandosi estremamente aggressiva. Comincia anche a sporcare non più nella lettiera, ma fuori, proprio a poca distanza, come se volesse in qualche modo “vendicarsi” della presenza del nuovo componente della famiglia.

All’inizio era da sola, la regina della casa e la famiglia era tutta per lei. Da piccola era molto giocherellona, anche se non ha mai gradito farsi toccare da chi non conosceva, non attaccava nessuno, ma soffiando faceva capire in modo limpido che non voleva essere infastidita. Quando i proprietari arrivavano a casa si appostava dietro la porta ad aspettarli e interagiva positivamente con loro.

ARRIVA UN ALTRO GATTO IN CASA

Poi è arrivato un altro micio. All’inizio le cose sembravano andare bene, la convivenza era serena. Ma con il passare del tempo la situazione è cambiata. Gina ha smesso di andare incontro ai proprietari quando arrivano a casa e, passa praticamente tutta la giornata sola soletta, in magnifico isolamento, come se snobbasse tutti, su un soppalco, scende solo quando ha fame e solo di sera.

Spesso la proprietaria, dispiaciuta di tale comportamento, va a cercarla chiamandola, ma lei scende solo quando vuole. Se non fosse per i dispetti che si è messa a fare sistematicamente, sembrerebbe proprio di non averla in casa. La sera è il suo momento di massima espressione. A volte rimane in compagnia sul divano e quando vanno a letto si infila sotto le coperte, sotto l’ascella del proprietario, restando lì a farsi coccolare. E, “dulcis in fundo” ha preso la brutta abitudine di fare i suoi bisogni davanti alla lettiera e non dentro.

PRESCRIZIONE DEL RIMEDIO OMEOPATICO

Come sempre, valutati i fatti e le caratteristiche descritte, prescriviamo il rimedio omeopatico adatto al caso e, subito dopo l’assunzione, Gina si trasforma nella gatta più simpatica del mondo: chiede sempre di essere coccolata. Smette di defecare davanti alla lettiera dopo soli quattro giorni dall’inizio delle somministrazioni del rimedio omeopatico.

E’ molto più presente dove sono i proprietari e quando c’è si fa sentire: miagola con una certa insistenza, finché non viene coccolata. Inoltre, rinuncia completamente alle vendette trasversali, come sporcare davanti alla lettiera.

Ad oggi continua ad assumere il suo rimedio e anche dopo la nascita del figlio dei proprietari si è sempre comportata bene, senza più manifestare comportamenti, strani, anaffettivi o vendicativi che i proprietari temevano proprio in funzione della nascita del bambino.

 

Fonte: un articolo di Mauro Donesini, tratto da Quattro Zampe, luglio 2018
Fonte immagine: [gatta] Bianca – prova Flash esterno 1 | Ringrazio Andrea pe… | Flickr

Sara & Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *